E ti vengo a cercare

Franco Battiato sulle tracce di Dio
Paolo Jachia
ℹ️ Àncora Editrice, 2005

«Se andrai in capo al mondo, troverai tracce di Dio. Se andrai in fondo a te stesso, troverai Dio» (Madeleine Delbrel).
Forse queste parole di una mistica contemporanea possono offrire una chiave di lettura per accostarsi – senza forzatura alcuna – alla personalità poliedrica di Franco Battiato musicista, poeta, regista, pittore.
L’autore di questo saggio – ripercorrendo i periodi che scandiscono la vita dell’artista – prova a rileggere i testi, la musica e la vita alla ricerca di quel Dio che ha lasciato tracce nei libri sacri, nella filosofia, nella spiritualità, nella mistica occidentale e orientale, nella natura. Il Dio di Battiato non è un Dio rivelato, ma Deus absconditus, dal volto indefinito, sempre oltre, misterioso e lontano.
Un libro estremamente stimolante per tutti coloro che amano Battiato e che, più o meno consciamente, cercano Dio.
E sarebbero felici di trovarlo.

E ti vengo a cercare / perché sto bene con te / perché ho bisogno / della tua persenza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.